• FINE SUPER SCONTI
Angebote in:
Angebote noch:

Simili ma diverse: che differenza c'è tra artrite e artrosi?

Qual è la differenza tra artrite e artrosi e come gestire i sintomi di queste patologie

Molto spesso artrite e artrosi vengono confuse. Questo accade perché entrambe le patologie rientrano nel gruppo delle malattie reumatiche, hanno un nome molto simile e si presentano con sintomi altrettanto simili.

Tuttavia, la differenza tra artrite e artrosi è piuttosto netta e dipende sia dalle cause scatenanti che dalle manifestazioni cliniche, sebbene alcune siano in comune.

Queste due patologie reumatiche, infatti, colpiscono le articolazioni, provocano dolore e rigidità nei movimenti, ma mentre l’artrosi dipende dall’usura funzionale, l’artrite è una patologia più complessa derivante da una disfunzione del sistema immunitario che attacca l’organismo.

Vediamo, allora, la differenza tra artrite e artrosi e come trattare i sintomi dell’una e dell’altra in modo efficace.

La differenza tra artrite e artrosi: due patologie con cause molto diverse

Iniziamo col precisare che l’artrite è certamente più diffusa e rappresenta più del 70% delle patologie reumatiche.

Si tratta di una malattia degenerativa comune soprattutto nella popolazione anziana, provocata dal logoramento delle articolazioni e una minima componente infiammatoria che colpisce la cartilagine. Infatti, con il passare del tempo, la cartilagine che protegge le articolazioni si consuma, finché le due estremità ossee arrivano a toccarsi, portando ad una deformazione dell’osso che provoca dolore, rigidità e difficoltà nei movimenti.

Le articolazioni più facilmente colpite da artrosi sono quelle sottoposte ad un maggiore carico strutturale come la colonna vertebrale, in particolare a livello cervicale e lombare, il ginocchio e l’anca. I sintomi, solitamente, iniziano a comparire dopo i 50 anni.

L’artrite, invece, è una patologia infiammatoria che progredisce rapidamente e provoca maggior danno alle articolazioni. I disturbi hanno origine nella membrana sinoviale, quella che riveste l’articolazione e preposta alla protezione del liquido sinoviale. L’artrite è una malattia autoimmune, ovvero è una patologia che dipende da un’alterazione del sistema immunitario che riconosce come estranee le cellule dell’organismo e le attacca.

L’artrite può colpire qualsiasi soggetto, indipendentemente dall’età, e l’insorgenza maggiore si registra tra i 30 e i 60 anni. Inoltre, interessa soprattutto le piccole articolazioni, in particolare quelle di mani e piedi, provocando dolore. Le forme più aggressive possono arrivare anche a deformare l’osso, fino ad impedire anche i più semplici movimenti.

Ora che abbiamo visto la differenza tra artrosi e artrite, concentriamoci sui trattamenti applicabili per risolvere le manifestazioni.

Come trattare i sintomi di artrite e artrosi?

Una volta compresa la differenza tra artrosi e artrite, è necessario capire come porre rimedio a queste patologie così invalidanti e dolorose.

I metodi di trattamento dipendono sia dall’evoluzione della patologia che dalle manifestazioni sintomatiche, prevedono l’impiego di farmaci e il trattamento chirurgico negli stadi più gravi.

Uno dei rimedi più efficaci per tenere sotto controllo il dolore è sicuramente quello che prevede l’uso della terapia a vibrazione locale.

Infatti, nel trattamento dell’artrosi, la vibrazione locale è in grado di ridurre il dolore tramite quella che viene chiamata “teoria del gate control”. Le vibrazioni agiscono interrompendo i segnali dolorosi che viaggiano sulle fibre nervose e arrivano al cervello.

Il trattamento dei punti dolorosi è essenziale per contrastare tutti i disagi provocati dalla patologia e tornare a svolgere le più comuni attività quotidiane.

Inoltre, la vibrazione locale penetrando all’interno dei tessuti fino a raggiungere i muscoli, è in grado di riequilibrare il tono muscolare, aumentando il potenziale d’azione. Questo è molto importante, perché rafforzare i muscoli significa offrire un supporto all’articolazione, rallentandone l’usura.

Nel caso dell’artrite, invece, la situazione è diversa, poiché trattandosi di una malattia autoimmune, la terapia principale prevede l’impiego di farmaci che contrastano l’azione del sistema immunitario dell'organismo.

Tuttavia, la vibrazione locale agisce come strumento di controllo del dolore e terapia preventiva per non gravare sulle articolazioni compromesse.

L’impiego della terapia a vibrazione locale è uno strumento di facile utilizzo, che si basa sull’applicazione di dispositivi medici certificati utilizzati sia da professionisti durante le sedute di fisioterapia o osteopatia che come autotrattamento quotidiano per risolvere gli stati dolorosi.

Perché affidarsi ai dispositivi medici NOVAFON per la vibrazione locale

Comprendere la differenza tra artrosi e artrite è essenziale per individuare la linea di trattamento più adeguata. In ogni caso, l’impiego della terapia a vibrazione locale si è dimostrato eccellente nel ridurre gli stati dolorosi, poiché offre un valido supporto a livello di prevenzione, rafforzando i muscoli e migliorando l’evoluzione delle degenerazioni articolari.

Per sfruttare al massimo il potere terapeutico delle vibrazioni puoi scegliere di usare i dispositivi medici NOVAFON che rappresentano un metodo di trattamento innovativo sia nel campo della riabilitazione che in quello dell’autotrattamento.

Oltre ai suoi apparecchi, NOVAFON offre corsi di formazione e webinar gratuiti per conoscere come effettuare le terapie nel modo corretto, quali accessori utilizzare e fornire le istruzioni per effettuare autotrattamenti mirati a migliorare le condizioni delle persone.

Ora che sai qual è la differenza tra artrosi e artrite e come porre rimedio al dolore provocato da queste patologie reumatiche, contattaci per avere maggiori informazioni, accedere ai corsi e/o valutare i nostri prodotti innovativi.

Inserisci questi caratteri nel campo di testo sottostante.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.

Ho letto l'informativa sulla privacy

Prodotti Consigliati
WhatsApp Chat WhatsApp Chat